Non vedenti e sport. Grazie a internet corse senza barriere

TREVIGLIO. Anche chi ha problemi di vista può praticare sport, ma deve contare sull’appoggio di qualcuno che lo aiuti. E non sempre questo aiuto è facile da trovare, talvolta anche soltanto perché i non vedenti e i potenziali volontari nemmeno si conoscono.
Per tentare di colmare questa lacuna è stato realizzato un sito internet intitolato «Disabili in corsa: lo sport per tutti»: l’idea è proprio di un non vedente di 37 anni, Michele Pavan, di Romano di Lombardia e che da quattro lavora come centralinista alla Cassa rurale di Treviglio.
L’iniziativa è stata realizzata con l’aiuto della moglie Daniela Vittori, centralinista all’Asl di Bergamo, e dell’amico Alberto Ceriani, triatleta milanese con all’attivo alcune maratone, anche loro non vedenti.

Read more